Succede a Prato...

31 luglio 2014

Una mattinata particolare quella che si è svolta giovedì 31 luglio presso il Centro Trasfusionale del Nuovo Ospedale S. Stefano di Prato, dove, in un clima amichevole e spensierato, alcuni Assessori e Consiglieri del Comune di Prato (di ogni schieramento politico), nonché l'addetta stampa del Comune, Serena Tatti, si sono presentati a donare il loro sangue, a seguito dell'appello dell'Avis di Prato.
A fronte del calo di donazioni che spesso purtroppo si registra, in particolare, nei mesi estivi, l'amministrazione comunale pratese ha prontamente risposto ed ha deciso di fare la sua parte, con la speranza di dare un segnale forte, al fine di sensibilizzare l'intera cittadinanza ad un tema tanto importante.

Donare sangue, infatti, è innanzitutto un gesto di grande responsabilità sociale, poiché permette, pur nella sua semplicità, di salvare vite umane, e chi fa politica, per primo, non può ignorare ciò.

Questo non vuole certamente significare che la donazione di chi ricopre un ruolo pubblico sia più preziosa di chi quotidianamente compie questo gesto in assoluto anonimato, ma è utile nell'ottica di riuscire ad attivare un circolo virtuoso di solidarietà.

In effetti, a riprova di ciò, sia Assessori che Consiglieri hanno dimostrato una maggiore disponibilità ad offrire il loro braccio alla causa, piuttosto che a concedere (peraltro con estrema riluttanza) qualche scatto fotografico.

Tra i presenti gli Assessori Mangani, Squittieri e Ciambellotti (quest'ultima accompagnata dai due nipoti piccoli, perché non è mai troppo presto per dare il buon esempio) ed i consiglieri Alberti e Silli (che ha definito la donazione "un'esperienza stupenda").

A tutti loro e a chi costantemente si impegna a dare il proprio contributo, Avis Prato deve la sua gratitudine, con l'auspicio che molti possano seguire presto questa buona prassi. 

Foto: Il Consigliere Alberti e le volontarie Avis

Galleria immagini