38° assemblea di Avis Regionale Toscana: Domani è atteso l’intervento dell’Assessore alla salute della regione Toscana, Enrico Rossi

Annunciato anche il nuovo traguardo del primo trimestre del 2009. Le donazioni registrano un incremento del 6,8%

17 aprile 2009

(Campi Bisenzio 17.4.2009) - Dal palco del Teatro Dante di Campi Bisenzio, questa mattina, sono iniziati i lavori della 38° assemblea di Avis Regionale Toscana. Una mattinata densa di interventi, tra i quali la relazione morale del Consiglio Direttivo, illustrata dal presidente Luciano Franchi.

Dati incoraggianti e crescita importante quella dell’Associazione nell’ultimo anno, ma anche un futuro di grosse sfide ha affermato il Franchi: “ Negli ultimi anni ci siamo concentrati più sull’aspetto della raccolta, con l’obiettivo di conseguire l’autosufficienza di sangue e plasma, che rappresentava elemento prioritario. Ma il tema dell’autosufficienza non può prescindere da quello della qualità, a sua volta indissolubilmente legato a quello della sicurezza del sangue e degli emoderivati. I capisaldi della nostra mission – ha proseguito il Franchi – debbono sempre essere autosufficienza, sicurezza e qualità”.

Annunciato anche il nuovo traguardo del primo trimestre del 2009. Le donazioni registrano un incremento del 6,8% . Per la prima volta in assoluto Avis Toscana ha superato le 10.000 donazioni nel mese di marzo. Oltre ai dati, l’Assemblea è stata palcoscenico per ribadire la sfida culturale dell’Associazione, che oggi, in un momento di profonda crisi, espressa anche attraverso inadeguati modelli economici e sociali fino a ieri prevalenti, ha il compito di ribadire e accrescere valori di solidarietà, cittadinanza e volontariato. Avis ha il dovere di resistere e rilanciare un messaggio di speranza e valori soprattutto verso i più giovani. Messaggio pienamente recepito anche da Pier Natale Mengozzi, Assessore alle politiche integrate della salute del Comune di Campi Bisenzio e presidente di Federsanità Nazionale che si è reso disponibile, in entrambe le vesti istituzionali, a valutare progetti da sviluppare insieme nel prossimo futuro, ove il cittadino possa tornare a essere centrale rispetto la politica. Annunciata anche la volontà di aprire un tavolo unitario con Anci Toscana, Federsanità Toscana e tutte le componenti dell’associazionismo del sangue Toscano. Domani è atteso l’intervento dell’Assessore alla salute della regione Toscana, Enrico Rossi

DATI AVIS TOSCANA 2008 (107.948 donazioni di sangue, plasma e emocomponenti nel 2008, con un incremento del 2,7% rispetto all’anno precedente. 6.325 nuovi soci di cui 3.742 uomini e 2.583 donne. Il 56% di essi è giovane nella fascia di età 18/35 anni, dato in controtendenza con il millantato disinteresse delle nuove generazioni verso la solidarietà. 923 i cittadini migranti, con un incremento percentuale del 38%, rispetto l’ultima rilevazione del 2006, confermando la donazione di sangue come strumento di possibile integrazione della popolazione straniera residente nel tessuto sociale della Regione. Alto è l’incremento delle donazioni nella provincia di Massa (+ 8,4%), nella zona della Versilia (+ 7,5%) e nella zona Empolese (+ 6%). In linea con la crescita degli anni scorsi la provincia di Livorno (+ 4%) e in ripresa la zona di Lucca (+3,8%)