La squadra di Baseball Bsc Grosseto in campo per la donazione

Un gesto per invitare gli sportivi, e non, a donare il proprio sangue

11 luglio 2022

Oggi, 11 luglio 2022, la squadra di Baseball GSC Grosseto, grazie anche al supporto dell'Avis Comunale di Grosseto, ha effettuato una donazione di gruppo all'ospedale Misericordia di Grosseto. Un bellissimo e grandissimo gesto fatto in un momento in cui di sangue c'è sempre bisogno. 

In campo o nella vita per vincere – ha spiegato Roberto Piccioli, vicepresidente del Big Mat Bsc Grosseto - bisogna fare gioco di squadra. Proprio per questo riteniamo fondamentale essere noi i primi a metterci in gioco, anche fuori dal diamante, per dare il nostro contributo al territorio tramite la donazione. In un momento di grande carenza di sangue, vogliamo invitare tutti gli sportivi grossetani a scendere in campo e dare il proprio contributo con un gesto anonimo ma di grandissima generosità che può fare davvero la differenza”.
A compiere questo gesto di solidarietà la società biancorossa ha inviato a donare il sangue una rappresentanza composta dal vicepresidente Roberto Piccioli, dal manager Stefano Cappuccini, dai giocatori Mattia Sireus, Filippo Milli e Francesco Cappuccini, oltre al fotografo Michele Guerrini, con l’aiuto e il supporto di Raffaella Petrozzi, segretaria Avis comunale. Presenti alla mattinata anche il presidente provinciale dell’Avis, Carlo Sestini, e il presidente Avis Grosseto, Erminio Ercolani.
Ringraziamo il Bsc Grosseto per aver accolto il nostro appello – commentano Carlo Sestini ed Erminio Ercolani, rispettivamente presidente provinciale e presidente comunale Avis - e aver deciso di venire a compiere questo gesto in un momento non certo facile per le donazioni di sangue e plasma. Donare è un segnale non solo di attenzione verso gli altri, ma anche verso se stessi e nel solco dei corretti stili di vita, aspetti questi cari a chi pratica lo sport. Speriamo che il loro gesto sia di sensibilizzazione e di promozione in questo difficile prolungato periodo che segna una flessione marcata a livello nazionale e regionale delle donazioni di sangue e plasma”.

Il nostro augurio, e anche quello della società biancorossa, è quello di invitare gli sportivi, e non, a compiere lo stesso bellissimo gesto.
"Ci auguriamo - conclude Piccioli - che molti altri seguano il nostro esempio e che la donazione sostenuta dall'Avis diventi un appuntamento fisso per la nostra società"

Galleria immagini