Comunicato Stampa: A Firenze l'8 e 9 aprile la 46ª Assemblea di Avis Toscana

I primi dati che fotografano l'Associazione

06 aprile 2017

Firenze 6.4.2017 – Si apriranno sabato mattina i lavori della 46ª Assemblea di Avis Toscana, l’appuntamento annuale che vedrà riuniti i rappresentanti dell’Associazione provenienti da tutte e 185 le sedi in Toscana. Si stima che saranno circa trecento i delegati che parteciperanno alla due giorni fiorentina.

Si partirà con la relazione del Consiglio con la quale si illustreranno le attività compiute nell’ultimo anno di mandato, seguiranno i saluti e gli interventi di Eugenio Giani - Presidente del Consiglio della Regione Toscana, di Sara Funaro , assessora alle politiche sociali del Comune di Firenze, Francesco Casini – Sindaco di Bagno a Ripoli, di Giancarlo Liumbruno - Direttore del Centro Nazionale Sangue dell’Istituto Superiore di Sanità e di Simona Carli – direttrice del Centro Regionale sangue della Toscana.

L’edizione assembleare di quest’anno acquista particolare valore in quanto ricorre il 90° anno di fondazione di Avis in Italia da parte del medico fiorentino, Vittorio Formentano, che nel 1927 lanciò il primo appello alla donazione di sangue gratuita. Da allora, Avis crebbe così tanto da estendersi in tutto il Paese. Oggi, conta più di un milione e trecento mila soci ed è presente in tutte le regioni italiane, Svizzera compresa.

I dati in Toscana - In Toscana, sono oltre 76.362 mila i soci di Avis con 114.000 donazioni, di cui quasi 29.000 di plasma e 4.000 di multicomponent. Nel 2016 si è continuato a registrare un andamento negativo per le donazioni, realizzando rispetto al 2015 un calo del 2,8%. Dato positivo, invece, si registra nel numero dei nuovi soci iscritti, che  mostrano una lieve ripresa, crescendo dell’1,2%, risultando 7.532, contro i 7.443 del 2015. Le donne sono il 36 % dei donatori. Nel corso del 2016 ogni donatore Avis ha fatto 1,91 donazioni contribuendo per il  52% al totale delle donazioni effettuate in Toscana.  Fa ben sperare il primo trimestre del 2017 che segna un’inversione di tendenza nelle donazioni, registrando un +3,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, pari a 850 donazioni in più. La più virtuosa è stata l’Area Vasta Centro con un + 4,9%, seguita dall’Area Vasta Sud Est + 4% e per ultima l’Area Vasta Nord Ovest con un + 1,2%. Tutte comunque con il segno positivo. Ottimo risultato per la presenza di donatori migranti: sono 2.932 con un incremento 22% rispetto al 2012.

Per quanto riguarda, invece, le classi di età dei soci donatori e dei nuovi soci iscritti nel 2016, come negli anni passati si conferma che in generale i soci donatori periodici sono in prevalenza ultra trentaseienni, questi rappresentano ben il 71% del totale; mentre i nuovi donatori che si iscrivono all’associazione sono in maggioranza giovani, pari al 31,5%, con un’età compresa tra i 18 e 25 anni.

“Tra i tanti temi che verranno discussi durante i lavori assembleari, particolare attenzione verrà dedicata a quello relativo ai consumi del plasma e del sangue - commenta Adelmo Agnolucci, presidente di Avis Toscana - Infatti, se si confermerà la tendenza alla diminuzione della produzione e della trasfusione di globuli rossi e la domanda  di medicinali plasmaderivati continuerà a crescere a causa di  fattori come l’invecchiamento della popolazione, l’identificazione di nuove indicazioni terapeutiche e l’aumento delle diagnosi, allora anche Avis e i suoi donatori, dovranno compiere uno sforzo per rimodulare il loro dono alle rinnovate esigenze. La due giorni servirà anche a capire come affrontare queste nuove sfide per essere sempre vicini a coloro che hanno bisogno di cure.”

Durante i lavori dell’Assemblea verranno messi in mostra gli elaborati del progetto “AVVISARTI” realizzati dagli studenti del Liceo Artistico di Porta Romana a Firenze su tematiche legate all'educazione alla salute, alla solidarietà, al dono del sangue e alla cittadinanza attiva.

Il programma

Galleria immagini